mercoledì 11 ottobre 2017

Pane, amore e trattoria: i tre giorni di Milano Golosa


Un programma gigantesco, mostruoso, anzi no: “vasto” come forse avrebbe ironizzato Charles De Gaulle, ma veramente appetitoso. Si avrebbe voglia di partecipare a decine d’iniziative, assaggi, degustazioni, scoperte culinarie, ma in tre giorni, come fare? Si seleziona e si rimpiange di non essere uno e trino, di non avere più di una bocca da soddisfare.
La sesta edizione di Milano Golosa (dal 14 al 16 ottobre), la manifestazione organizzata dal Gastronauta Davide Paolini, per il sesto anno al Palaghiaccio di Milano, è veramente ricca di novità.
Davide Paolini
Ci sarà la “consueta” e sempre rinnovata esposizione di prodotti gastronomici – circa 200. E già lì, fra culatelli e jamon iberici, ciauscoli e lumache, mandorlato di Modigliana e Pan del sole,  ventricina e capocollo, fichi imbottiti al cioccolato e panettone siciliani (ebbene sì, ottimi), ci sarà da divertirsi. Poi, due nuove aree: quella delle Premiate Trattorie Italiane (https://premiatetrattorieitaliane.com) e PaniniAmo, dedicata al panino italiano. Non da meno si preannuncia anche l’area rinnovata Gelato Pop App. Vi è anche un programma esterno, Fuori Milano Golosa, in cui sono coinvolti ristoranti ed enoteche del centro. Ecco un assaggio dallo sterminato menu.
L’area delle Premiate Trattorie ne ospita nove delle dieci iscritte alla relativa associazione, storici locali sparsi in tutta Italia, che presenteranno, nel corso dei vari show cooking (ospitati nello spazio San Benedetto), le loro ricette più tipiche e apprezzate da clienti e guide.
Chef e patron delle Premiate Trattorie
Per esempio. Sabato alle 12,30, casoncelli della nonna Ida, della Trattoria Visconti di Ambivere (Bergamo); alle 14, la cassoeula dell’Antica Trattoria del Gallo di Gaggiano (Milano). Domenica alle 14, pancotto con le cime di rapa e olive dolci, di Antichi Sapori di Andria (Puglia); alle16 la sagn ca’ m’dicc: lasagnetta con mollica e peperone crusco (una prelibatezza assoluta della Basilicata) de La Locandiera di Bernalda (Matera). Lunedì alle 13, funghi di bosco gratinati, con verdure di campo, ricotta fresca e caciocavallo affumicato, dell’Hostaria Nangalarruni di Castelbuono (Palermo); alle 15, gnocchetti di castagne al pesto di mortaio, prescinsêua (tipica cagliata ligure da vitellini da latte) e verdure de La Brinca di Ne (Genova).
Panini creativi, vegetariani e vegani a PaniniAmo, preparati dalle dieci migliori paninoteche italiane, secondo il parere della Fondazione Accademia del panino italiano (www.accademiapaninoitaliano.it), acquistabili e consumabili subito. Qualche esempio. Alvolo di Pavia propone fra gli altri Panino con Baccalà mantecato (senza lattosio), friarielli saltati e maionese al peperone crusco; Giusto Gusto di Piacenza, Giovannona Coscialunga disonorata con onore (pancetta cotta e affumicata, mousse del Ducato, olive taggiasche); Venditti Porchetta de L’Aquila, Panino ai 5 cereali con porchetta e mousse di castagne e porcini, oppure in versione vegan, con vellutata di carote, zucca e zenzero. Peschef di Bari presenta il Panino al Gamberone (gamberone al ghiaccio, mozzarella, prosciutto, crema di scalogno e arachidi); Panini Durini di Milano opta per lo Speciale, con crudo di Parma 24 mesi, Brie, marmellata di fichi. Fra le altre paninoteche presenti, Amuse Bouche di Milano, Da Gigione di Napoli, Cernacchino di Firenze, Antica Credenza di Matera.
I gelati premiati de La Scimmietta 
I gelati si presentano e si gustano nella nuova area Gelato Pop App di Ifi. Intanto, la classifica delle migliori dieci gelaterie italiane, secondo gli utenti del sito Gastronauta.it. Prima, la Gelateria La Scimmietta di Afragola (Napoli); seconda, Il Gelataio di Vicenza e terza Serafini di Lavis (Trento); tutt’e dieci saranno premiate lunedì alle 14 nell’Area San Benedetto. Per l’occasione sarà realizzato in diretta un nuovo gusto, inventato dai gelatieri vincitori delle ultime tre edizioni, con le eccellenze delle loro regioni. Si chiama Italico la nuova creazione e vedrà protagonisti i Fichi di Cosenza Dop affogati nel Torcolato di Breganze Doc, topping di un gelato a base di ricotta di pecora abruzzese! In tutti e tre le giornate, appuntamento con Il Gelato in trattoria: chef e gelatieri trasformeranno piatti identitari e tradizionali in gelati gastronomici: come il gelato alla polenta dei Visconti, di mais nostrano varietà rossa, il gelato alla zucca con amaretti e mostarda di mele o, ancora, al Pan Spzièl (dolce tipico bolognese).
Non mancherà il buon bere, ma anche le riflessioni su di esso, con vari eventi, a cominciare da un seminario sulle bollicine in biodinamica (lunedì h 13, sala WineMi), proseguendo con: Forza 5, viaggio nelle Sicilia di Planeta (ore 15, stessa sala). E poi altri appuntamenti sul Col d’Orcia, gran rosso di Montalcino; Villa Bucci, le Marche, il Verdicchio e le vigne vecchie; o Les Cretes: vini eroici della montagna valdostana.
Per ritemprarsi fra un convegno e l’altro, un piatto e un panino, c’è l’apposita sala relax, con tanto di massaggi. Ma attenzione al titolo, il trucco c’è: Massaggi&Assaggi
Milano golosa, Palazzo del ghiaccio, via G. B. Piranesi 14, Milano, www.milanogolosa.it. Orari: sabato 14, 12-20.30; domenica 15, 10-20.30: lunedì 16, 9-17. Ingresso: 10 €; bambini 6-12 anni 5 €, sotto i 6 a. gratuito.